Tappeti in gomma

TAPPETO IN GOMMA VACFLEX

Le condizioni delle pavimentazioni di stalla condizionano in modo evidente lo stato di salute dei piedi dei bovini. Infatti dall’interazione tra unghione e pavimento dipendono, tra gli altri, il rateo di consumo del corno, la frequenza con cui si verificano contusioni del “vivo” del piede e la facilità con cui si manifestano microlesioni cutanee attraverso le quali si insidieranno agenti di malattie infettive del piede bovino: dermatite digitale e flemmone interdigitale.

Per diversi anni la tecnologia delle pavimentazioni si è limitata a perfezionare il materiale più diffuso: il calcestruzzo, soffermandosi sulle caratteristiche fisiche della sua superficie (continua, fessurata, liscia, rigata o segnata con impronte diverse in sede di realizzazione).

Solo da alcuni anni è iniziato, nella ricerca di un pavimento più “fisiologico” per la realizzazione di superfici di deambulazione delle stalle, l’impiego di materiali elastici, in particolare di elastomeri (gomme sintetiche) che, attraverso tappeti di varia forma, spessore e consistenza, vengono usati per rivestire le superfici di calcestruzzo (anche fessurate o forate) esistenti.

Alcuni vantaggi:

  • Antiscivolo
  • Ambiente più asciutto e caldo
  • Morbido (migliora la camminata)
  • Minori malattie degli zoccoli
  • Facilità di posa

Risultati:

  • Minor costo
  • Aumento della produzione di latte

Questo tipo di soluzione si è dimostrato molto gradito dagli animali in diversi studi sperimentali, effettuati valutando le caratteristiche biometriche della deambulazione (lunghezza del passo, della falcata, angolo di abduzione del piede posteriore ecc.), lo stesso riduce sensibilmente l’incidenza dei difetti cornei più comuni: ulcera soleare, separazione della linea bianca.

Caratteristiche:

  • Tappeti in gomma SBR/NR
  • Gomma NON RIGENERATA
  • Unici stampati in Italia
  • Dimensioni massime: mm. 1200x2500

Rilevazioni effettuate in aziende Nordeuropee, dove questo tipo di tappeti è in uso da tempo, hanno però mostrato come, scomparsa praticamente l’usura degli unghioni durante la deambulazione, l’introduzione di questo tipo di pavimentazione abbia reso necessaria la riduzione dell’intervallo tra le sessioni di pareggio di massa da sei a quattro mesi (da due a tre interventi di pareggio all’anno) con un notevole aggravio dei costi sostenuti per I servizi di mascalcia.

NON ESITARE A CONTATTARCI